cover_A&F

IL NUOVO AFFARI&FINANZA È ARRIVATO – grafica lineare e diretta, nuova copertina e visione globale

Mario Calabresi e Fabio Bogo hanno presentato in anteprima il nuovo Affari&Finanza, in edicola da lunedì 22 ottobre, questa mattina al Teatro Franco Parenti.

Restyling all’insegna dell’autorevolezza, qualità che, ha sottolineato Marco De Benedetti presidente di Gedi Gruppo Editoriale durante il saluto iniziale, è riconosciuta e confermata dal mercato dei lettori ed è tangibile nell’aumento delle vendite del cartaceo e degli abbonamenti.

L’autorevolezza di A&F, dichiarano Calabresi e Bogo, deve concretizzarsi nella capacità di sottrarre, far emergere dalla complessità concetti chiari, fornire chiavi di lettura che permettano ai lettori di comprendere lo status quo e soprattutto anticipare i fenomeni che ci riguarderanno, in un momento storico confusionario in cui regna il sovraccarico di notizie.

Il restyling si muove dunque su due filoni: la veste grafica e i contenuti.

Grafica innovativa, pulizia del messaggio per un prodotto chiaro, diretto equilibrato e meno carico con infografiche ridotte all’essenziale. Le mani di Rinaldi e Franchi, cui si deve anche il restyling di Repubblica, privilegiano la verticalità, il maggiore impatto visivo e la differenziazione fra le varie sezioni. In copertina due novità: la prima rappresentata da un titolo forte e un’unica immagine a corredo della notizia principale, che verrà poi esplosa nel primo paginone; la seconda è la comparsa delle firme con silhouette, per dare visibilità a contenuti d’opinione.

Per quanto riguarda i contenuti, lo sguardo sarà nazionale ed europeo, sempre volto a fornire un quadro d’insieme e delle previsioni sul futuro.

Il settimanale verrà potenziato a livello nazionale grazie alla riunione delle redazioni di A&F ed economia di Repubblica, che, grazie alla sua capillare presenza sul territorio, permette un racconto più attento alle dinamiche e novità locali. Questo garantirà a livello strutturale la narrazione della realtà italiana nei suoi vari livelli, dal macroeconomico ai più specifici motori di sviluppo (sviscerati nei “dossier”). Motori del racconto saranno le interviste e le inchieste condotte insieme all’Osservatorio CPI Carlo Cottarelli, fonte di ricerca autorevole e indipendente. Interessante novità, espressione dell’impegno nel voler fornire chiavi di lettura diverse ed interessanti, la rubrica che parte dall’analisi di una cifra per esplorare un fenomeno; nel prossimo numero si parlerà di 100 dollari, il prezzo che ha raggiunto il petrolio.

La volontà di offrire ai lettori degli strumenti di decodifica delle realtà internazionali ha invece condotto all’ampliamento della pagina dei commenti che ospiterà, grazie all’alleanza di Repubblica con importanti testate europee fra cui Le Figaro ed El Paìs, il punto di vista di giornalisti di altri paesi.

Il nuovo Affari&Finanza, concludono Calabresi e Bogo, respirerà dunque con due polmoni, uno nazionale e l’altro globale perché la capacità di fare squadra e dunque proporre un racconto corale e di qualità garantiscono l’autorevolezza e la profondità di pensiero necessarie per fornire un giornale forte nella comprensione dell’attualità e in grado di anticipare i trend futuri.

FacebookTwitterGoogle+Condividi

autore

Adele

Guarda tutti i post